Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

TCL, nessun tunnel. Rubini: "Risolvere difficoltà"

Le parole del laterale arancionero che carica i suoi in vista del finale di stagione



Matteo Rubini

Percentuali di concretezza flebili attanagliano la TCL Move Up. Secondo Matteo Rubini, laterale alla corte del tecnico Luciano Bartoli, questo è il limite più grande del suo roster, che ha pregiudicato gare ben disputate anche contro squadre di primissima fascia. Il sodalizio dei Latini, andato a punti dopo più di un mese, ora vuole tornare a sorridere con il Colonna.


Freddezza “Sicuramente sono due punti persi, per come è andata la gara potevamo vincere. Come ci capita spesso, abbiamo creato molte occasioni senza concretizzare”, questo il riassunto in estrema sintesi del leitmotiv della gara contro la Tor Tre Teste, terminata 2-2, da parte di Matteo Rubini. Un filo rosso, un copione, una sceneggiatura che si protrae da un po’ di tempo, in casa arancionera: gli uomini di Luciano Bartoli riescono a impostare bene la manovra, arrivano a poter colpire l’avversario con occasioni nitide ma non capitalizzano quanto dovrebbero. Il tecnico ha chiarito già quanto sia legato a questo fattore il gap tra la TCL Move Up e le squadre di medio-alta classifica e il calcettista classe ’92 si accoda a quanto espresso dal suo allenatore. “Dobbiamo superare presto questa difficoltà realizzativa”.


Colonna Il pari a via Candiani ha messo fine, oltre agli ovvi motivi di calendario, ad un febbraio ‘nero’. Quasi una strada senza uscita, una galleria infinita da cui sembrava impossibile venir fuori: zero punti in un intero mese, tre gare completamente a secco. “Nonostante i risultati non siano stati per niente positivi, io credo che non siamo mai entrati in un tunnel. Perché ce la siamo giocata con tutti, riuscendo a esprimerci in buone prestazioni con squadre di prima fascia”, il pensiero del laterale arancionero. Marzo sembra iniziato, seppur ancora timidamente, con un piede diverso. E venerdì ci sarà un’altra occasione utile per dimostrare che invertire la tendenza è possibile: dopo 21 giorni di lontananza il ritorno nel proprio impianto casalingo, in quel Roma 3Z che ha portato il 65% dei punti finora ottenuti nel girone. Avversario sarà il Colonna, roster mai vittorioso in stagione e ancora fermo a zero punti in classifica. “Per la gara di venerdì non ci sono scuse, bisogna vincere. E per farlo ci servirà tanta concentrazione, bisogna essere attenti e mai superficiali. E, soprattutto, in campo va messa grinta”.