Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

TCL Move Up, Guitaldi: "Per noi sono tutti big match"

Il giocatore capitolino torna sulla bella vittoria con l'Edilisa e guarda al futuro della sua squadra



TCL Move Up

L’Edilisa del tecnico Moroni è la prima vittima a cadere a via di Centocelle, la rivale che lancia la stagione casalinga degli arancioneri. Il 7-5 finale, ispirato dal tris di Alessio Guitaldi, rappresenta un passo fondamentale per il sodalizio del Latini. In vista il Real Atletico Roma di Zaffiro, match per il quale il mattatore di venerdì scorso chiede ai compagni molta attenzione.

Edilisa Il primo successo casalingo per la TCL Move Up arriva dopo una prova molto convincente, in zona gol, di uno dei suoi gioielli, Alessio Guitaldi. “Era il mio vero esordio, dopo uno spezzone col Villalba. Mi tengo la tripletta come unica cosa importante che mi porto dietro, la paura e l’instabilità legata al mio infortunio mi hanno condizionato e non ritengo la mia prova degna di nota. Merito del mister che si è fidato di me e dei compagni che hanno corso di più per aiutarmi”, il pensiero di Alessio, non ancora a pieno regime per via di un infortunio alla gamba che lo affligge dall’inizio della stagione: insieme al tecnico Bartoli l’ex Acquedotto sta pianificando la strada che porta al top della condizione. “Importantissimo sbloccarsi in casa, per due motivi: primo perché vincere non è mai scontato e secondo perché la Roma 3Z deve essere il nostro fortino, nel quale fare punti per gli avversari deve essere difficile. È stato fatto un primo passo fondamentale, ora la cosa bella sarebbe continuare su questa strada”.

Passo avanti Il 7-5 sull’Edilisa di Moroni sfata il tabù arancionero dell’emorragia di punti in casa. E la Roma 3Z, per la terza volta di fila, sarà il teatro dell’impegno ufficiale del venerdì. Alle porte il difficile impegno contro il Real Atletico Roma di Zaffiro. “Essendo nati tre mesi fa, per noi tutti sono big match. Paradossalmente anche gli allenamenti, dove usiamo energie fisiche e nervose per prepararci al meglio. La squadra cresce, soprattutto a livello tattico e tecnico: anche sotto il profilo mentale e caratteriale stiamo facendo grandi passi avanti. Merito di Luciano Bartoli, delle sue capacità, e dei ragazzi che ha di fronte, umili, disponibili e devotissimi alla causa”, le parole di Guitaldi, 4 centri nella sua stagione nonostante sia la condizione fisica non certo ottimale. Dopo la gara contro una delle due capolista, la TCL avrà giocato, sulla carta, tutti gli scontri d’alta quota. “Vincere venerdì? Facile: palla a Guitaldi e ci abbracciamo (ride, n.d.r.). Scherzi a parte, dobbiamo fare quello che abbiamo sempre fatto dall’inizio di questa avventura. Correre, testa bassa e attenzione a quello che ci dice il mister. Mettiamo queste cose insieme e venerdì sorrideremo”.