Notizie
Categorie: Dilettanti

Setteville, Carletti "In arrivo un weekend importante"

Il club tiburtino, dopo il brutto rientro in campo nel 2019, ha necessità di tornare a far punti in tutte le categorie



Maurizio Carletti

C'è bisogno di invertire la rotta in casa Setteville. Lo scorso turno di campionato non è stato positivo e quindi tutte le formazioni tiburtine saranno chiamate al riscatto per non allontanarsi dal raggiungimento degli obiettivi stagionali. Ad inquadrare ciò che sarà nel prossimo fine settimana ci pensa Maurizio Carletti, dt del sodalizio biancogialloblù “Sarà un week end molto importante per qualsiasi categoria, dopo dicembre gli equilibri col mercato si modificano, quindi i campionati si livellano e dovremo dare il massimo in tutte le gare, più in là poi si vedrà la classifica. In Prima Categoria nell'ultimo turno abbiamo raccolto pochino, un punto nelle ultime tre gare. Andiamo ad affrontare la Magnitudo, penultima in classifica, che nelle ultime settimane ha perso di misura con squadre di vertice. E' una squadra che nel corso del tempo credo si sia modificata ed ora riesce a giocarsela con tutti. Di Vico li conosce molto bene, sono organizzati ed hanno un attaccante bravo da considerare. L'Under 19 avrà uno dei tanti scontri diretti della settimana, contro il Colonna. E' una squadra che ha dei valori e degli attaccanti molto forti, che gioca un calcio pratico, ma potrebbe concedere qualcosa nella fase difensiva. Se magari riusciamo a trovare questo come un loro punto debole, dobbiamo sfruttarlo per poter far bene, arriveremo allo scontro a pieno organico ed aspettiamo il verdetto del campo. Il campionato è comunque ancora lungo e non sarà decisiva. Passando poi all'Under 17, che giocherà contro il Pio XII mi viene da dire che queste due squadre hanno avuto un cammino parallelo: hanno quasi gli stessi punti e nelle ultime settimane stanno faticando. Sarà una partita sentita perché ha grande valore di classifica. Vincerla significherebbe dare un po' di respiro in un periodo psicologicamente difficile. Per quello che riguarda l'Under 16 va detto che la sconfitta, pesante col Tirreno di qualche settimana fa ha significato molto ed ha riportato i ragazzi con i piedi per terra. In allenamento hanno messo la giusta testa come testimonia la vittoria con l'ASA per 5-0, risultato mai semplice. Nella scorsa sfida hanno riagguantato un punto in rimonta, ma hanno centrare tre pali. Sono quindi in un buon periodo. La Boreale, prossima avversaria, è prima in classifica ed ha espresso dei valori importantissimi. Vedremo come andrà. Chiudiamo poi con l'Under 15, che ha appena cambiato tecnico. Filippo Mobrici è uno storico nostro allenatore, io torno nel ruolo di direttore tecnico, perché è molto complicato fare due cose. La sua figuara ai ragazzi può fare solo bene, domenica non sono riusciti, per poco, a fare l'impresa col San Michele, ma si sono battuti alla grande. Se si gioca così con la prima in classifica possiamo aver fiducia per gli incontri più alla portata”.