Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Roma, verso la finale. Pallotta: "Settore giovanile prezioso"

Il presidente giallorosso ha consacrato il gruppo Under 17 guidato da mister Piccareta. Domani a Doha la finale del torneo



Esultanza Roma @Torrisi

Un successo sudato, arrivato soltanto ai rigori. Ma in generale, una cavalcata imperiosa, in cui i ragazzi di Fabrizio Piccareta hanno dato tutto e mostrato a pieno le qualità di un gruppo forte, realmente forte. Talmente tanto da dominare a più sette sulla seconda in campionato. Gioco, qualità, quantità e divertimento. Anche sofferenza, come nella semifinale, come da Roma d'altronde. Anche il numero uno giallorosso Jim Pallotta ha detto la sua nell'intervista concessagli a tutto tondo sul club, a conferma che la storia di questo gruppo non è né casuale né inosservata. Prima il richiamo ai giovani di Trigoria, come settore generale, come vivaio di talenti di cui la Roma non può né vuole privarsi. E infine, il rimando proprio all'ottimo traguardo della compagine dei classe 2002, che domani se la vedranno con i Rangers per conquistare la coppa del torneo internazionale Alkass. "Sappiamo che abbiamo tanti talenti nel nostro vivaio. Ieri c’erano sette italiani nella formazione titolare e penso che l'ultima volta sia successo con la Juventus circa sei anni fa. Non a caso la nostra squadra Under 17 sta giocando un torneo molto importante a Doha e ora è in semifinale. Abbiamo battuto PSG e Spartak Mosca, con un altro paio di altre vittorie. Quindi possiamo dire che abbiamo giovani talenti molto forti. I nostri sforzi in tal senso saranno ripagati nei prossimi due o tre anni”. Poi la consacrazione del preseidente con il messaggio su twitter, dopo la gara, comparso sul profilo ufficiale della Roma.  “Ho appena finito di guardare la vittoria dell’#ASRoma Under 17 a Doha. Congratulazioni alla squadra e allo staff per aver raggiunto la finale! Sosteniamoli tutti insieme! Forza Roma!” E allora, non resta che aspettare l'esito della finale. Questa Roma, a prescindere da come andrà, merita solo applausi.