Notizie
Categorie: Nazionali - Under 16

Regine d'inverno: scopriamo Sassuolo, Inter e Benevento

Quarta puntata del nostro speciale in cui sveliamo i segreti delle tre formazioni che, al giro di boa, si sono prese la vetta della classifica



Quarta puntata per il nostro speciale “Regine d'Inverno”. Dopo Primavera e Under 17, il nostro viaggio continua alla scoperta dell'Under 16. Tre regine che hanno gettato le basi per un campionato da protagoniste. Nel Girone A spazio al Sassuolo, creatura plasmata da Bucchioni che fa della solidità e della concretezza la sua arma vincente. Nel Girone B, l'Inter muscolare e fortissima di Bonacina ha vinto al fotofinish il duello eterno con Atalanta e Milan. Nel Girone C il Benevento ha sovvertito ogni pronostico mettendosi alle spalle, a suon di gioco e belle prestazioni, due colossi come Roma e Napoli.


Girone A: la solidità del Sassuolo

Sassuolo, capolista del Girone A ©sassuolo

Un primato costruito sulla solidità e sulla sostanza. Difficile riassumere meglio il cammino sin qui tenuto dal Sassuolo di mister Bucchioni. Squadra tosta quella neroverde, spigolosa quanto basta per mettere in difficoltà chiunque. I numeri parlano chiaro, gli emiliani vantano la terza miglior difesa di categoria (solo Milan e Benevento hanno fatto meglio), con i ben 5 successi per 1-0 a rendere ancora meglio l'idea. Dentro ad un gruppo che fa dell'organizzazione la sua arma vincente si nascondono però delle individualità di spessore perchè, in fondo, i 5 punti di vantaggio già maturati sulle inseguitrici non si ottengono certo per caso. Ecco così che il portiere Zacchi dimostra di avere un rendimento tra i migliori d'Italia, così come il difensore Peragnolo o l'attaccante Ferrara, braccio armato di una squadra che si difende davvero bene ma che ha imparato a far male spesso alla prima occasione utile.


Girone B: i muscoli dell'Inter

Poche chiacchiere, il Girone B è una questione a 3 tra Atalanta, Milan e Inter. L'undici di Bonacina guida le danze preparando una volta che si deciderà solamente al fotofinish. Squadra solida imbottita di individualità importanti. Uno dei protagonisti di questa prima parte di stagione è stato sicuramente Wilfried Gnonto. Non tantissimi i gol ma una guizzi a ripetizione per uno che ha dimostrato di saper scardinare qualsiasi difesa. Scheggia impazzita di una squadra muscolare ma comunque dal tasso tecnico elevato. Magazzù e Politi quando c'è da far gol non scherzano con Peschetola e Iervolino a dare imprevedibilità alla manovra. A centrocampo occhio a Ballabio, uomo di qualità là in mezzo con licenze offensive. Un lusso che Bonacina può permettersi anche grazie alla forza di una difesa che ha lasciato solamente le briciole agli avversari. Cepele al centro e Zanotti a destra sono due tra i migliori giocatori di categoria con il portiere Priori a chiudere un pacchetto arretrato da urlo.


Girone C: la rivelazione Benevento

L'Under16 di Formisano ©Benevento/Mario Taddeo

Il Benevento è una delle rivelazioni più belle di questa stagione. Formisano è riuscito a costruire una squadra propositiva che fa del gioco la propria forza. In un girone con Napoli e Roma prendersi la vetta non è impresa semplice ma i sanniti hanno stupito tutti dimostrando di non soffrire di vertigini. Un'orchestra che suona a meraviglia, zero le sconfitte sin qui, ma che ha saputo lanciare dei solisti meravigliosi. Olimpio, soprattutto in zona gol, sta trovando finalmente la continuità che sin qui gli era mancata anche grazie alle invenzioni di un Agnello che è qualcosa in più di un semplice punto di riferimento là davanti. Falso nueve in piena regola, il genietto tascabile giallorosso ha fatto gol (6) ma soprattutto acceso spesso la luce in casa del Benevento nonostante un fisico tutt'altro che da corazziere. A centrocampo occhio a Talia, fresco di chiamata in azzurro, e reinventato con grande successo come regista basso dopo i suoi esordi da trequartista. Manca ancora del dinamismo giusto per fare il definitivo salto di qualità ma geometrie e piedi sono di quelli importanti. Con soli 6 gol incassati sin qui impossibile però non citare la difesa dove spicca sicuramente il terzino Gentile. Esterno basso, gamba e senso della posizione per uno che con il passare delle giornate si sta mettendo sempre più in luce. Roma e Napoli corrono per vincere ma per superare questo Benevento ci sarà da sudare.