Notizie

Real Tuscolano, Cardinali: "Playout? Bisogna crederci"

Ai rossoneri la vittoria con il Castelverde potrebbe non bastare. Decisivi i vari incroci nell'ultimo turno di campionato



Image titleSaranno gli ultimi novanta minuti a decidere le sorti dell'Accademia Real Tuscolano. Se nel girone D la matematica ha già decretato la vincitrice del raggruppamento, nei bassi fondi la lotta per non retrocedere rimane incerta. Tuttavia, l'eventuale possibilità di accedere ai playout per i rossoneri dipenderà proprio dalla neopromossa Palestrina. Si perché in caso la Spes 1908 non dovesse vincere in casa della prima della lista e l'Atletico San Lorenzo non vincesse contro il Certosa, il team di Marco Cardinali potrebbe anche permettersi di perdere. Calcoli a cui il tecnico dei rossoneri preferisce non pensare: "Malgrado non dipenda tutto da noi bisogna rimanere concentrati e sperare fino all'ultimo. Essere arrivati a questo punto ed avere ancora la possibilità di salvarci è già un grande traguardo- spiega il tecnico- "Sono soddisfatto per la crescita della squadra: è migliorata molto dal punto di vista del piano tattico, concedendo sempre meno in fase difensiva". Questo invece il giudizio del tecnico riguardo le ultime uscite di campionato. "Potevamo racimolare sicuramente qualche punto in più nelle ultime quattro gare. Per esempio nello 0-0 esterno sul campo del Certosa rimane qualche rimpianto condotto a lungo la gara, .Ciò nonostante i ragazzi, con cuore e sudore, hanno dimostrato di volerci credere anche dopo la pesante sconfitta subita contro la Dinamo Roma. Adesso, anche se il destino non è totalmente nelle nostre mani, dobbiamo rimboccarci le maniche e affrontare la sfida con il Castelverde con la giusta intensità ma soprattutto con la consapevolezza dei nostri mezzi. Anche perché, da quando siedo su questa panchina, la squadra ha sempre dimostrato di avere un'anima, compreso il match perso per 3-0 a Tivoli. Il risultato più grande è avere ricompattato uno spogliatoio e un gruppo che in quest'ultimo periodo ha dato prova della sua forza dimostrando non si meritare questa posizione".