Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Real Fiumicino, con il Santa Severa una vittoria pesante

La soddisfazione del presidente aeroportuale Giuseppe Picciano dopo il match di sabato



Giuseppe Picciano

Il Real Fiumicino/Futsal Isola supera l’ostacolo Santa Severa non senza qualche patema d’animo. Il testa-coda della ventunesima giornata riserva alla banda Consalvo più di uno ‘scherzetto’ risolto alla fine con cuore e tanta ‘tigna’. Passano per prima gli ospiti che tengono botta. Serbari rompe la macumba, Albani il muro del Santa Severa sbrogliando una matassa che con il passare dei minuti rischiava di diventare una montagna da scalare. La squadra di Fiumicino si porta a casa tre punti di platino sfruttando gli scivoloni di Eur Massimo e Laurentino che accorciano ancora di più una classifica strettissima. Vittoria tutta per Gustavo Arribas. L’argentino torna in campo a tempo di record dopo la rottura del tendine d’Achille. Per mister Consalvo un regalone inaspettato.

 

Il presidente Picciano “Siamo felicissimi per il rientro di Gustavo Arribas - spiega il presidentissimo Giuseppe Picciano -. È un ragazzo d’oro, un calciatore esperto che ha giocato tanti anni in serie A. Per noi rappresenta un valore aggiunto non solo dal punto di vista tecnico ma anche umano. Non molla mai, vuole sempre vincere. È come fosse un nuovo innesto visto che si è fatto male praticamente a inizio stagione. Sarà importantissimo per questo finale. Il Santa Severa? È stata più dura del previsto - ammette Picciano -. Noi eravamo un po’ stanchi, loro si sono chiusi molto bene, giocavano accorti, non si scoprivano. Hanno un ottimo portiere che ha fatto gli straordinari. Volevamo vincere e ci siamo riusciti con tanta intelligenza, pazienza e grinta”. Ora Laurentino ed Eur Massimo in serie. “Insieme al Grande Impero rappresentano le 3 corazzate del campionato. Sono partite di categoria superiore, su questo non c’è dubbio - sottolinea il presidentissimo -. Sono spot per la serie C2 laziale. Con loro viaggiamo a braccetto da inizio anno. È un campionato bellissimo che si risolverà all’ultima giornata. Sfide decisive? Non credo, mancano tanti scontri diretti ancora. Per noi sarà importante non perderle. Il campo darà il suo responso”.