Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Ostiantica, Cerrai: "Vis Sezze? Una condanna da sovvertire"

Il tecnico dei bianconeri si esprime sulla sfida di domenica e sul tema salvezza



Alberto Cerrai (foto Menichini)

Domenica arriva la Vis Sezze. L'Ostiantica si prepara ad ospitare la capolista con la consapevolezza di averla incontrata già all'andata e due volte in Coppa: “Come si ferma la prima della classe? Ci giocheremo le carte del carattere e della volontà – afferma Alberto Cerrai – Sotto il punto di vista tecnico-tattico, purtroppo, non c'è partita. Ce lo hanno dimostrato battendoci tre volte su tre, rifilandoci caterve di gol. E' una condanna annunciata che proveremo a sovvertire”. Vis Sezze seguita in classifica da Luiss e Atletico Morena. “Una squadra da cui mi aspettavo di più è il La Rustica. Avendoli affrontati li collocavo più in alto. La capolista è giusta, sono la compagine attrezzata meglio”. Poi si passa a parlare di salvezza ed obiettivi. La zona calda dei play-out vede l'Ostiantica ancora in gioco per tirarsene fuori, ma il tecnico bianconero è di tutt'altro avviso: “Penso che la salvezza diretta sia una chimera. Nonostante la matematica non ci abbia ancora condannato, credo che la nostra dimensione sia, ormai, quella dei play-out. Dobbiamo procurarci il miglior posizionamento a disposizione”. In chiusura, una panoramica sui migliori giocatori messi in vetrina dai lidensi in questa stagione: “Bolletta e Coppotelli sono due portieri di sicuro affidamento. Chiunque venga chiamato in causa offre il suo contributo al 100%. Sono due giocatori da categoria superiore. Parlando degli Under, invece, voglio menzionare Romeo, 2001 duttile e sempre concentrato in allenamento, e poi Cadamuro esterno classe 2000 dal grande potenziale. Tra i 'grandi, c'è stata l'esplosione di Matteo Agolini. All'interno dello spogliatoio, infine, la figura di Luca Lembo è di grandissima importanza. E' un giocatore del quale fai fatica a farne a meno”.