Notizie

Nel weekend l'arte si anima: musica e mistero ai musei Capitolini

Il sabato sera ai tra jazz, bossa nova e gospel. La domenica, in compagnia della musica classica e delle Mystery Rooms



Per salutare le festività natalizie appena trascorse e attendere insieme l’arrivo del nuovo anno torna, anche questa settimana, un nuovo imperdibile appuntamento con l’evento per eccellenza del week-end. Promosso daRoma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Nel week-end l’arte si anima si prepara ad andare in scena sabato 29 e domenica 30 dicembre con un nuovo programma ricco di spettacoli, musica dal vivo e le ultime avventure delle Mystery Rooms.

 

Si comincerà dai Musei Capitolini che apriranno straordinariamente sabato 29 dicembre dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso alle ore 23) per ospitare una nuova serata musicale organizzata in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma. I visitatori potranno accedere al Museo al costo simbolico di un euro o gratuitamente con la MIC Card e, oltre a visitare le bellezze delle collezioni permanenti, le mostre temporanee La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia e I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura, avranno la possibilità di ascoltare i suoni raffinati della musica jazz, scoprire la tradizione della bossa nova brasiliana e partecipare alla nuova edizione del Roma Gospel Festival.

 

La serata prenderà il via alle ore 20.15 (in replica alle 22.45) nell’Esedra del Marco Aurelio con il primo grande concerto di benvenuto dal titoloEllington – Monk Night eseguito dal New Talents Jazz Ensemble, formazione ridotta composta da sette dei diciassette membri totali della New Talents Jazz Orchestra, ideata e diretta dal Maestro Mario Corvini. Per l’occasione l’Ensemble, coordinato e diretto dal trombettista e arrangiatoreNicola Tariello, proporrà una selezione di composizioni tratte da Duke Ellington e Thelonious Monk reinterpretate in modo originale, oltre ad un excursus tra le canzoni più celebri della cultura jazzistica. A seguire, alle ore 21 nella Sala Pietro da Cortona, la formazione si ridurrà a due elementi nel concerto La musica di Jobim del New Talents bossa duo. Luca Berardi e Diego Bettazzi, renderanno omaggio alla tradizione bossa nova e, nello specifico, alle musiche di Antonio Carlos Jobim con una esibizione in cui si fonderanno la sonorità ricca e armonica della chitarra con la fluidità melodica dell’alto sax. Alle ore 21.30, invece, sarà la volta dell’edizione 2018 del Roma Gospel Festival. Il consueto appuntamento di Natale proposto dalla Fondazione Musica per Roma porterà, anche quest’anno, i visitatori del Palazzo Nuovo a muoversi sul sound trascinante del coro del seminario Gospel Experience introdotto dal Dott. Ronald Ixaac Hubbard, meglio conosciuto con il nome di Pastor Ron. Dopo aver seguito il tempo del coro Gospel, il pubblico potrà spostarsi nuovamente in Sala Pietro da Cortona per un nuovo appuntamento con la musica jazz. Sarà il New Talents estemporaneo trio composto da Nicola Tariello (tromba), Riccardo Nebbiosi (sax tenore) e Dario Giacovelli (basso) ad esibirsi alle ore 22.15 nel concerto Improvising Trio, coinvolgendo il pubblico in un’esibizione basata sulla libertà espressiva e l’elaborazione tematica su strutture improvvisate.

 

Dalle note della musica jazz e i ritmi del gospel e della bossa nova alla tradizione della musica classica. Il nuovo appuntamento del fine settimana nei Musei Civici proseguirà anche domenica 30 con il nuovo concerto a ingresso gratuito proposto dalla Roma Tre Orchestra. Il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese ospiterà alle ore 11.30 Musica al chiaro di luna del Trio Musikanten composto da Raffaello Galibardi(violino), Roberto Vecchio (violoncello) e Guido Carpentiere (pianoforte). In programma il trio per pianoforte di Claude Debussy, tra i più celebri scritti per questa formazione, il Chiaro di luna più famoso, sempre di Debussy, qui proposto in una originale versione con violino e violoncello e una perla da riscoprire, ovvero la pagina di Clara Wieck che il mondo ricorda soprattutto come moglie di Robert Schumann.

 

Oltre al concerto gratuito domenica 30 dicembre ci sarà anche l’ultimo appuntamento con le Mystery Rooms. Al Museo di scultura antica Giovanni Barracco andranno in scena, alle ore 10.30 e alle ore 14.00, le avventure dal titolo Le mani sul museo. Concerto avventura per salvare il Museo Barracco. Un fitto mistero avvolge il Museo e ne minaccia l’esistenza. Un custode scomparso, un funzionario pazzo ma, soprattutto, la perdita dell’unico fondamentale documento in grado di evitare la distruzione del Museo da parte di un’agguerrita multinazionale daranno il via a una vera e propria caccia al tesoro all’interno delle sale in cui i partecipanti andranno alla ricerca degli indizi utili al ritrovamento dell’importante documento.