Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 15 DIL.

Lodigiani, parla Benedetti: “Siamo poco smaliziati”

Il mister dice la sua sulla squadra biancorossa arrivata al giro di boa e chiamata ad affrontare il San Lorenzo nel primo match di ritorno



Lodigiani, mister Benedetti @GazReg

Stefano Benedetti, tecnico della Lodigiani, si esprime sul cammino della sua squadra nel girone di andata, terminato il fine settimana scorso: “Siamo molto soddisfatti, perché sappiamo da dove partivamo. Siamo consapevoli che questa è una squadra un po’ anomala rispetto alle annate precedenti, perché ha perso tanti giocatori. Da fuori si pensa sempre che facendo l'Under 15 la Lodigiani debba fare per forza le finali, però invece questo gruppo è carino e sta lavorando bene dal 17 agosto. Adesso piano piano stiamo raccogliendo un po’ di frutti sotto il punto di vista del gioco, anche se quello non è mai mancato sia in allenamento che in partita. Per una o due gare posso essere scontento del gioco e anche un pochino dei risultati. Ma i ragazzi sono consapevoli che non dobbiamo pensare al risultato. Dobbiamo stare tranquilli, divertirci, giocare bene, sempre, contro tutti e poi le cose vengono da sé”. Qual è l’aspetto da cambiare per fare un passo avanti? “Dobbiamo essere un po’ più smaliziati qualche volta. Noi, allenatori e staff, ci concentriamo molto di più sulla richiesta di giocare bene, fare sempre la partita, di non essere troppo affezionati al risultato e certe volte, invece, se fossimo stati un pochino più pragmatici avremmo qualche punto in più come con il Giardinetti o l’Accademia Frosinone. Siamo ancora poco smaliziati”. L’allenatore del gruppo biancorosso alla fine dice la sua sul prossimo impegno di campionato contro il San Lorenzo che darà l’avvio al girone di ritorno: “Non guardiamo mai gli avversari, quindi se giochiamo con il San Lorenzo, la Tor Tre Teste (17° turno, ndr) o quella dopo con il Ponte di Nona (18° turno, ndr), cambia poco. Sappiamo che dobbiamo andare lì, fare la nostra partita, come abbiamo fatto la settimana scorsa con il Campus Eur, come con l’Atletico 2000 e come dovremo fare poi con la Tor Tre Teste; perché concentrandoci sul gioco non possiamo permetterci di sottovalutare nessuno, sennò poi a prescindere dal risultato facciamo brutte figure e non va bene”.