Notizie

Lazio-Lecce, Bonacina: "Dobbiamo esser pronti all'ultima lotta"

Allenatore, difensore ed esterno d'attacco biancocelesti in coro: "Testa e gambe alla Spal per raggiungere la promozione"



Bonacina ©DeCesaris

l tecnico della Lazio Primavera, Valter Bonacina, è intervenuto ai microfoni de La Lazio Siamo Noi,  margine della vittoria in semifinale contro il Lecce. I biancocelesti ora dovranno affrontare la SPAL in finale, l'ultimo ostacolo che separa i suoi ragazzi dalla promozione in Primavera 1. Ecco le parole dell'allenatore: "Nel primo tempo abbiamo faticato a reggere il loro ritmo, interpretando male la gara sotto l'aspetto tecnico. Volevamo partire da dietro palla al piede, invece loro sono stati molo aggressivi, ci rubavano palla e ripartivano mettendoci in grande difficoltà. Siamo andati sotto per un rigore banale e questo ha cambiato la partita. Il gol di Baxevanos allo scadere della prima frazione è stata la chiave di volta del match. Siamo andati a riposo sull'1-1 e così i ragazzi ci hanno creduto, ha fatto la differenza dal punto di vista del morale". Ora l'ultimo atto: “Ho fatto i complimenti alla squadra, ma non è ancora finita. Questi due giorni dobbiamo riposare, per poi ripartire concentrati in settimana verso la finale. Domenica affronteremo un'altra signora squadra. Non abbiamo mai affrontato la SPAL in campionato (faceva parte dell'altro girone n.d.r.) ma prepareremo la gara come sempre riguardandoci alcune loro partite, anche se questo non conta nulla. Conta la determinazione e lo spirito, dobbiamo restare concentrati per raggiungere il nostro obiettivo. Sarà una battaglia, una partita molto equilibrata. Futuro? Non sta a me dire se anche l'anno prossimo sarò l'allenatore della Lazio, la cosa fondamentale adesso è raggiungere la promozione”. A parlare per il canale ufficiale biancoceleste anche Baxevanos e Cerbara, autori delle due reti fondamentali per la Lazio per imporsi sui salentini: "

Lo sapevamo che il Lecce sarebbe stato bravo sulle ripartenze, l’aveva già dimostrato, abbiamo preso il primo gol e poi è cambiato tutto; abbiamo portato a termine una bellissima rimonta. Non molliamo mai, siamo un bel gruppo altrimenti non saremmo mai riusciti a ribaltare la gara.  Avevo siglato altri due gol, ma nessuno di questi aveva questa importanza, è stato un po’ come una liberazione. Dedico la rete, come le altre siglate precedentemente, alla mia famiglia che mi segue sempre. Con la SPAL abbiamo l’obbligo di vincere" ha detto Cerbara.  Così Baxevanos, invece: “Questa partita era difficile, i nostri avversari si erano portati inizialmente in vantaggio, ma non abbiamo mollato e siamo riusciti a ribaltarla siglando tre gol. Dopo la gara ho chiamato mia madre e mio fratello dicendogli che ho realizzato una rete e che siamo in finale, ho festeggiato con loro! La SPAL è una buona squadra ma, se siamo concentrati come nel secondo tempo di oggi e con il nostro pubblico vicino, avremo buone possibilità di passare. Noi ce la metteremo tutta come sempre” .