Notizie

La Top 5+1: ecco i migliori 2002 della 9ª giornata

Scopriamo i giocatori ed il tecnico che si sono maggiormente messi in mostra nell'ultima gara di campionato



Come ogni martedì siamo pronti per un nuovo appuntamento con la nostra "Top 5+1 della settimana", la rubrica che premia i cinque classe 2002 e il miglior tecnico dell’ultimo turno del campionato Allievi Fascia B Elite. Chi sono i sei prescelti? Scopriamolo immediatamente!

Image title


Menichelli (Latina Scalo Sermoneta)

Menichelli del Latina Scalo (©GazReg)

Non chiamatela sorpresa. Il Latina Scalo Sermoneta di mister Michele Battista sta a tutti gli effetti dimostrando, giornata dopo giornata, che il gruppo 2002 può ambire a qualcosa di importante. Altra prova di forza dei pontini disputata sabato contro la Nuova Tor Tre Teste, quando ha spiccato il talento di Menichelli, difensore centrale dei locali. Se Bucur, uno degli avanti più bravi del campionato, ha decisamente faticato, il merito è del numero cinque azzurro, tanto puntuale in chiusura quanto in costruzione di gioco. Baluardo.


Fumaselli (Accademia Calcio Roma)

Comanda la fascia destra con una efficacia impressionante, dimostrandosi tanto attento in fase difensiva quando pericoloso in quella offensiva. Prima sforna l’assist per Antonini, poi realizza il due a uno con un bel tiro dal limite e infine ha modo di realizzare anche il quattro a uno che mette la partita in ghiaccio. E tutto questo con il numero due sulle spalle. Una prova da otto. Infiltrato.

Artistico (Atletico 2000)

I tre gol con i quali stende il Pomezia servono come iniezione di fiducia in un campionato fin qui sottotono per i biancorossi. Davanti alla squadra di Cappiello, reduce dal primo punto stagionale, l’Atletico non vacilla e rifila un netto tre a zero. Tripletta d’autore proprio per il numero nove di casa, attaccante vecchio stampo col fiuto del gol. In un girone B tanto equilibrato, c’è spazio anche per la risalita di Cervera e i suoi dopo alcune prove sfortunate. Goleador.

Pacilli (Certosa)                                                      

Esultanza di Pacilli (©DeCesaris)

A proposito di risalite e di Via di Centocelle, ecco che esce fuori anche il Certosa. Al terzo tentativo Torretti, tecnico anche degli Allievi, centra il primo successo stagionale alla guida dei 2002 biancoverdi e lo fa sconfiggendo il Giardinetti Garbatella di mister Cornacchia, fin lì terzo in classifica. Mattatore di giornata è stato Pacilli, autore di una tripletta da sballo che ha steso i biancorossi. Il numero undici sblocca la gara dopo appena tre minuti quando brucia due difensori prima di calciare potente. Per il secondo urlo di gioia bisogna attendere la mezz’ora del primo tempo, quando Pacilli gonfia la rete incrociando il servizio di Panait. Nel finale c’è tempo anche per il contropiede letale che fa esultare i biancoverdi. Inarrestabile.

Giacomini (Ostia Mare)

Giacomini e Martelli (©shotsport)

Nella giornata delle triplette c’è spazio anche per lo show di Giacomini dell’Ostia Mare, protagonista nella sfida vinta dai gabbiani sul campo dell’Aurelio. Prova spaventosa del numero nove di Romani, capace di sbloccare la contesa a inizio ripresa quando caparbio si lancia su un rimpallo favorevole e buca Massimino. Al ventitreesimo e ventinovesimo, poi, si conclude l’opera con altri due splendidi gol che lanciano la squadra biancoviola nelle zone alte di classifica e permettono all’attaccante di portarsi il pallone a casa. Un hat-trick degno dei migliori bomber. Letale.

IL TECNICO Bianchi (Racing Club)

Il tecnico Fabio Bianchi (©GazReg)

Un solo dato serve a testimoniare il campionato straordinario fin qui compiuto dai gialloverdi. Senza la sconfitta a tavolino contro il Certosa, infatti, la squadra di mister Fabio Bianchi sarebbe ora al secondo posto in classifica a ridosso di corazzate come Polisportiva Carso e Città di Ciampino. Applausi, dunque, a una squadra fisica e caparbia che è riuscita a vincere anche sul campo del Tor di Quinto dopo aver già espugnato la Borghesiana e rallentato la Vigor tra le mura amiche. Il fattore trasferta sta diventando una caratteristica importante. El conquistador.