Notizie

La scoperta dell'acqua su Marte: un evento rivoluzionario

In occasione della Giornata Internazionale dell’Acqua 2019, il Museo Civico di Zoologia ospita un incontro sulle novità riguardanti il pianeta rosso



Superficie di Marte

In occasione della Giornata Internazionale dell’Acqua 2019, il Museo Civico di Zoologia, in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università Roma Tre e il Planetario di Roma, venerdì 29 marzo alle ore 18.00 nella Sala degli Scheletri, ospita l’incontro “La scoperta dell’acqua liquida su Marte” con la professoressa Elena Pettinelli. L’evento è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura. Nel sottosuolo di Marte si nasconde un lago di acqua: a scoprire per la prima volta la presenza di acqua liquida sotto la superficie del pianeta rosso è stato un team tutto italiano composto da ASI, ESA, INAF, Università La Sapienza di Roma, CNR e il gruppo di ricercatori di Roma Tre guidati da Elena Pettinelli, responsabile del Laboratorio di Fisica Applicata alla Terra e ai Pianeti, Dipartimento di Matematica e Fisica.I dati rilevati dal radar italiano Marsis a bordo della sonda Mars Express, lanciata nel 2003 dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA), hanno permesso la scoperta di un lago sotterraneo, largo circa 20 Km e dalla forma vagamente triangolare, la cui acqua sarebbe rimasta protetta dai raggi cosmici. Ciò potrebbe far pensare a un possibile “rifugio“ per eventuali forme di vita esistite nel passato. Recenti studi hanno infatti indicato che milioni di anni fa Marte abbia avuto (anche se per poco tempo) la possibilità di ospitare qualche forma di vita. Nel corso dell’incontro sarà illustrata la storia della scoperta e le tecniche utilizzate per arrivare a questo importante traguardo scientifico.