Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

La Roma cf cade contro il Real Tbm nel finale

Le giallorosse di Capatti cedono al termine di un match ricco di gol. Il tecnico: "Perdere all'ultimo non è facile da digerire"



Cade la Roma cf

Incredibile risultato per la squadra di calcio a 5 della Roma calcio femminile allenata da mister Filippo Capatti che perde pur avendo centrato la porta per ben 6 volte. Purtroppo il Real Atletico Tbm segna 7 goal, l’ultimo nel finale, e conquista i tre punti.

La Roma cf ha molto da rimproverarsi. Dopo essere andata in doppio vantaggio si è rilassata lasciando alle avversarie la possibilità di segnare addirittura 5 reti. Ripresasi dal torpore le giallorosse hanno rimontato fino ad arrivare al pareggio. Poi però hanno fatto fallo concedendo alle avversarie l’opportunità, sfruttata al meglio, di riportarsi in vantaggio.

Per le giallorosse i goal sono stati siglati da Valeriani, Santilli, Di Clavio e tripletta di Gunnella.

Questa l'analisi della gara da parte di mister Capatti: "Partita non bella, ma spettacolare. Molto amara per il finale. Perdere con un tiro libero all'ultimo momento non è facile da digerire.

Purtroppo la partita l'abbiamo buttata al vento. Siamo stati ingenui, poco vogliosi e abbiamo permesso alle nostre avversarie di fare quello che volevano. Oltretutto, a cavallo tra primo e secondo tempo non si può concedere un parziale di 0-5, passando da 2 a 0 per noi a 5 a 2 per gli avversari.

Feriti nell'orgoglio abbiamo assaltato all'arma bianca fino a raggiungere il pareggio sul 6 a 6 prima di commettere due errori fatali: sbagliare il 7 a 6 per poi commettere un fallo ingenuo e concedere la libera del 6 a 7 all'ultimo tiro della gara.

Adesso siamo quarti e la delusione è tanta. In due partite siamo scesi dal podio e ora non possiamo più sbagliare.

Se vogliamo davvero arrivare terzi e sperare di giocare i playoff dovremo sconfiggere chiunque ci passa davanti. Nessun alibi, nessuna scusa e nessuna giustificazione sarà valida da qui a fine anno. Se non troviamo la motivazione in queste prossime sei partite concluderemo in modo anonimo una stagione che potrebbe essere trionfale.

Ognuno è artefice del proprio destino."