Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

La metamorfosi del Suio: Pernice ora sogna in grande

Nel girone di ritorno i verdeazzurri sono secondi soltanto all'Anagni con 7 successi, due pari ed una sola sconfitta. Il terzo è a portata di mano



Con 7 vittorie, due pareggi ed una sola sconfitta il Suio Terme Castelforte è la squadra che dopo l’Anagni ha totalizzato più punti in questo girone di ritorno all’interno del gruppo D. I verdeazzurri di Gennaro Pernice hanno cambiato decisamente passo rispetto all’andata, dove pur giocando un buon calcio a volte sono incappati in degli scivoloni abbastanza rumorosi. C’era però da aspettarsela qualche difficoltà iniziale, soprattutto dovuta al fatto che la società ha messo a disposizione del tecnico una squadra totalmente nuova e dalla carta d’identità davvero molto giovane. L’età media della rosa si è infatti abbassata sensibilmente rispetto al passato, e con un budget sicuramente limitato Pernice sta ottenendo risultati a dir poco brillanti.

Suio terme Castelforte (foto Facebook)


Il Suio di questa stagione è una squadra che non rinuncia mai a giocare a pallone. Potendo contare sulla grande esperienza del proprio allenatore, un veterano di questa categoria, il team di Castelforte nel girone di ritorno ha conquistato un totale di 23 punti, 3 in più rispetto ad Ausonia e Sporting Vodice e solo due in meno nei confronti della capolista di Gerli. Un Suio che nel ritorno ha conosciuto l’unica sconfitta proprio contro i biancorossi regalando poi spettacolo nelle 3 sfide successive, segnando la bellezza di 14 reti subendone appena una. Per ultimo il team di Pernice si è regalato il netto successo sullo Sporting portandosi a due sole lunghezze dal terzo posto, occupato dagli stessi rossoblu di Coco. Una squadra che si diverte e fa divertire quella di Castelforte, con un attacco da far invidia (il migliore del girone con 59 centri all’attivo), con i vari Cenerelli, Cerasuolo e Lonardo che si stanno dimostrando vere macchine da gol. Gli elogi vanno senz’altro anche al tecnico dei verdeazzurri, che passando ad un 4-3-3 invece di un classico 4-4-2 sta valorizzando al meglio il proprio potenziale offensivo, con Cenerelli a fungere da prima punta e i due esterni ad incidere sulle corsie laterali aiutando inoltre la squadra in fase di copertura. Anche a centrocampo Pernice si è trovato a cambiare a campionato in corso, optando adesso per un vertice basso e due interni a funzionare da filtro. La difesa sembra aver trovato la giusta dimensione, con la fondamentale esperienza di Franco e la crescita costante dei più piccolini. Insomma, il Suio di questa seconda parte di stagione è una squadra quadrata ed in grado di colpire in qualsiasi momento, la zona playoff è lì a portata di mano con Pernice ed i suoi, che stando ai recenti risultati, lasciano intendere di volerci provare fino alla fine.