Notizie

L'anno si apre col botto: tre big match al rientro dalla sosta

Inter-Atalanta, Fiorentina-Napoli e Juventus-Roma in programma per la prossima giornata, si affrontano sei delle prime sette della classe



Dopo la sosta invernale riprende nel migliore dei modi il campionato di Primavera 1, dove il protagonista della 14a giornata sarà sicuramente lo spettacolo. Per il prossimo turno, infatti, saranno ben tre i big match in programma che vedranno affrontarsi sei delle prime sette in classifica. Il top della categoria concentrato in tre partite, 270 minuti che si apprestano ad essere a dir poco emozionanti e che ci daranno inevitabilmente indicazioni importanti per quelli che saranno i posizionamenti finali. Inter-Atalanta, Fiorentina-Napoli e Juventus-Roma sono le tre partite di cartello che andranno in scena questo weekend, il primo del 2019 in cui si gioca.

Sorride il Torino che può approfittare di questa combinazione di partite per raggiungere in vetta l'Atalanta, qualora i bergamaschi dovessero perdere, i granata avranno inoltre anche la possibilità di allungare sulle inseguitrici, ma bisogna sempre battere il Sassuolo nell'insidiosa trasferta emiliana prima di potersi dedicare ai calcoli.


INTER-ATALANTA

Atalanta ©De CesarisLa capolista Atalanta proverà a continuare la splendida corsa che ha portato la compagine di Massimo Brambilla al vertice del raggruppamento, ma dovrà vedersela con un'Inter desiderosa di riscattare la figuraccia di Torino in cui i nerazzurri sono capitolati sotto i colpi dei granata uscendo dall'incontro con quattro gol subiti. Scontro che non si ferma solamente alle due squadre ma che entra nel vivo anche per quanto riguarda la classifica marcatori dal momento in cui si sfideranno Roberto Piccoli (a quota 9 gol) e Andrea Adorante (8 reti all'attivo) nella speranza che l'attaccante interista non sia distratto dalle voci di mercato degli ultimi giorni. Dovrà sudare e anche tanto la difesa di Armando Madonna per provare a contenere le scorribande del miglior attacco, quello della Dea, che può vantare ben 40 centri messi a segno fino a questo momento, nessun altra formazione ha segnato di più.


FIORENTINA-NAPOLI

Fiorentina ©De Cesaris

Il solo punto conquistato nelle ultime tre partite dal Napoli renderà questa gara ancor più agguerrita, come se il posto in palio nelle prime posizioni della classifica non bastasse. Dopo i pareggi con Cagliari e Sassuolo, oltre la sconfitta contro l'Atalanta, la compagine guidata da Roberto Baronio vorrà tornare alla conquista del bottino pieno ma per farlo dovrà superare la Fiorentina, momentaneamente terza forza del campionato con 25 punti conquistati. I partenopei si affideranno alle giocate del solito Gaetano per provare a violare l'ottima difesa toscana. Di contro, il Napoli dovrà stare molto attento alle giocate di Montiel che tanto bene ha fatto fino a questo punto della stagione, andando in rete ben otto volte e attirando le attenzioni degli addetti ai lavori in casa Fiorentina e non solo.


JUVENTUS-ROMA

Uno scatto di Roma-Empoli ©De Cesaris

Una gara sempre molto affascinante e delicata che Sabato all'ora di pranzo avrà un sapore ancor più forte vista l'importanza del match in vista dei primi posti del girone. La formazione di Francesco Baldini cercherà di far valere il fattore casa contro i giallorossi per mantenere, ed eventualmente aumentare la distanza tra le due squadre. La Juventus, in quarta posizione a 24 punti, precede proprio la Roma che cercherà di sorpassare i torinesi e risalire la china dopo un girone d'andata abbastanza deludente che ha visto i ragazzi di Alberto De Rossi scivolare ad addirittura 9 lunghezze dalla vetta. La compagine capitolina dovrà sicuramente sfruttare l'enorme potenziale offensivo per provare ad imbucare una difesa bianconera tutt'altro che impenetrabile. L'approccio alla gara sarà fondamentale, così come la tenuta mentale degli undici giallorossi, spesso apparsa debole in alcune fasi delle gare disputate finora. Il tecnico capitolino si affiderà al senso del gol di Celar, secondo in classifica marcatori alle spalle del granata Millico, per portare a casa tre punti di fondamentale importanza per il cammino della Roma.