Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 17 DIL.

Il secondo tempo di Alessio Picchi: "Una rivincita, sogno CR7"

Il vincitore del sondaggio social dell'ultima giornata di campionato si racconta a tutto tondo. Dalla voglia di riscatto, alle emozioni del gol di domenica con dedica al padre



Lodigiani, Alessio Picchi

Per capire chi è Alessio Picchi partiamo da una scena molto semplice: venerdì, ora di pranzo. Il giovane attaccante esce e va a comprare il pane per lo spuntino prima degli allenamenti e si prepara a un altro fine settimana da protagonista. Alessio ha fame, fame di rivincita e domenica ha realizzato il gol del vantaggio della sua Lodigiani contro il Savio, fondamentale nella vittoria per 4-1. Ora inizia il secondo tempo di Alessio Picchi, un nuovo show per il classe 2002 romano è valso il trionfo nel sondaggio social di Gazzetta Regionale con oltre 500 reactions a forma di cuore, risultato commentato con stupore da Alessio: "Non mi aspettavo di vincere il sondaggio, sono rimasto spiazzato dai tantissimi voti ricevuti. Ringrazio tutti per avermi votato e sono contento del risultato". Un passato alla Lazio dove è stato sempre convocato da sottoetà fino all'Under17, poi a gennaio lo svincolo. Testa bassa e lavoro e Alessio è pronto al nuovo salto: "Da gennaio ho cambiato e sono venuto qui con la scommessa di rimettermi in gioco e tornare in palcoscenici più grandi. All'inizio ho dovuto riprendere confidenza e calarmi nella realtà regionale, il campionato non è lo stesso. Sono pronto e posso dire la mia. Domenica è stata una bella prestazione, grazie alla squadra e al Mister, testa ai playoff. La mia è una rivincita e voglio ritornare a fare quello che facevo prima, da protagonista. Spero di riuscirci". Alessio vuole rovesciare il suo destino e non a caso tra i suoi idoli ha scelto uno che di rovesciate se ne intende: "Penso a migliorare le mie qualità, il mio mito è Totti e sogno Cristiano Ronaldo: non smette mai di lavorare e di allenarsi, anche se è un fuoriclasse si allena e cura ogni minimo particolare, perfeziona il corpo e la tecnica per andare sempre in gol". Alessio ha una dedica speciale per la vittoria e per quelle che verranno: "La dedico a mio padre Alessandro. Mi carica, sprona e spinge a essere sempre me stesso e a migliorarmi. Crede in me". Alessio Picchi è tornato. Buon secondo tempo.