Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Il doppio volto del Città di Anagni: raggiante fuori, in casa meno

La formazione di Gerli è praticamente insuperabile in trasferta. Qualche fatica di troppo si è invece sentita tra le mura "amiche"



Il tecnico Fabio Gerli (foto Facebook)

Terzo in classifica generale, con soli tre punti di ritardo dalla vetta, anche il Città di Anagni sta recitando un ruolo da protagonista all'interno del girone B. Con sei vittorie, due pareggi e tre sconfitte, la matricola biancorossa ha fin qui evidenziato un rapporto bipolare con il torneo di Eccellenza, compiendo quasi un percorso netto in trasferta e pagando al contrario più di qualche affanno tra le mura "amiche". Parlare di fattore casalingo sarebbe comunque alquanto azzardato, visto che i papalini di Fabio Gerli dall'inizio della stagione sono stati dirottati sul terreno del Tintisona a Paliano, vista l'inutilizzabilità dell'impianto del Del Bianco, ad oggi non ancora sistemato. Come anticipato, la classifica dei biancorossi è stata costruita principalmente in trasferta battendo nell'ordine: Almas, Formia, Colleferro, Virtus Nettuno Lido e per ultima l'Arce, con l'unico 0-0 arrivato al settimo turno con il Team Nuova Florida. Dunque ben sedici punti sui venti raccolti complessivamente, quasi la totalità. Non è stato altrettanto per ciò che concerne le partite interne dell'Anagni, con l'unica vittoria assaporata nel derby contro il Morolo, e dopo il pari col Roccasecca alla seconda giornata soltanto bocconi amari, con Audace, Montespaccato, Play Eur e nel ritorno dei sedicesimi di Coppa perdendo per 4-1 contro la Valle del Tevere. Questione di mentalità, di approccio o semplicemente di adattamento? Di sicuro giocare al Del Bianco, nella casa vera e propria dei biancorossi, sarebbe senza dubbio un altro paio di maniche lì dove, nella passata stagione, i Leoni papalini sono rimasti imbattuti per l'intero campionato.