Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 14 DIL.

Giovanissimi Fascia B Elite, la Top 5+1: ecco i migliori 2004 della 24 giornata

Scopriamo i giocatori ed il tecnico che si sono maggiormente messi in mostra nell'ultima gara di campionato



Image title

Come ogni martedì siamo pronti per un nuovo appuntamento con la nostra "Top 5+1 della settimana", la rubrica che premia i cinque classe 2004 e il miglior tecnico dell’ultimo turno del campionato Giovanissimi Fascia B Elite. Chi sono i sei prescelti? Scopriamolo immediatamente!


Serafini (Lazio)

Serafini in azione (FotoVaranI)


Una grandissima seconda parte di stagione per lo sgusciante attaccante biancoceleste. Doti importanti erano già visibili nello scorso anno, quando, da sottà età, in più di una circostanza ha dato il suo contributo con i 2003 dell'Aprilia (suo vecchio club). Sta segnando a ripretizione ora Serafini: se prima il suo apporto alla causa si concretizzava per buona parte nel movimento e nell'apertura degli spazi, ora si stanno accumulando sempre di più i goal. Grazie alla doppietta con il Giardinetti, infatti, Serafini vola  a quota 22 centri in campionato, entrando nel podio dei migliori bomber del torneo. 


Crespi (Racing Fondi)

La neopromossa compagine del Pineta dei Liberti si aggiudica l'importantissimo scontro diretto con l'Accademia Frosinone, che la lancia in classifica, a più nove sulla zona retrocessione. Si dimostra risolutivo Crespi, ancora una volta. Il forte attaccante è protagonista di una doppietta decisiva per il raggiungimento dei tre punti e, più in generale, di una prestazione generosa. 17 centri in campionato per lui. Una piccola curiosità: è l'unico capocannoniere di una squadra non ancora certa della salvezza a rientrare fra i primi dieci bomber della classifica marcatori: un'ulteriore prova della fortuna del Racing Fondi a vederlo vestito con la propria casacca. 


Linari (Città di Ciampino)

Una partita infinita tra Città di Ciampino e Frascati, specchio fedele dell'importanza dei tre punti in palio, con le due sfidanti a impegnarsi sino alla fine per avere la meglio. Importantissimo il contributo dato dal numero sette agli ordini di Olivetti. In gara Linari fa tutto: ruba palla, fa salire i compagni, tenta la conclusione. C'è il suo zampino nella rete di Giustini ed è lui poi a trovare il goal decisivo in finale di gara, che fa festeggiare i suoi. 


Teveroni (Atletico 2000)

Nonostante il risultato finale, grandissima prestazione dell'estremo difensore del Catena. Autore di molteplici interventi provvidenziali sui tentativi dei forti giocatori ciociari (che, stando i numeri, sono i più prolifici del torneo), tiene i suoi in partita, contribuendo al sogno durato più di un tempo di gioco, quando l'Atletico conduceva la gara sull'1-0. Riconosciuta la sua bella prestazione anche dagli avversari.


Campana (Urbetevere)

Ben figura il pilastro di centrocampo agli ordini di Pasquale Barba. Solita solidità, diligenza e carisma in mezzo al rettangolo verde, preciso in ambo le fasi. La chicca è il suo goal, trovato dopo appena due minuti con un tiro dal limite dell'area, che permette ai compagni di gestirla fin dall'inizio con grande serenità. Al triplice fischio è festa per lui e per tutti: l'Urbe entra con merito anticipatamente nei playoff.


IL TECNICO 

Urbinati (Totti Soccer School)

Terzo risultato utile per il gruppo classe 2004, preso in corso d'opera. La Totti, dopo il grande pareggio trovato con la Tor Tre Teste, contro la Romulea ha dato prova di aver ritrovato grinta e brillantezza, proponendo grande aggressività ed intensità sul campo. Due armi tramite cui sono arrivati tre punti molto importanti, che restituiscono ossigeno e  serenità al gruppo.