Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Frascati, Pace: "Abbiamo fatto un percorso straordinario"

Il tecnico della squadra tuscolana tira le somme sulla stagione prima dell'ultimo match di campionato contro il Crecas



Juniores Regionali, Frascati mister Pace

Il campionato del Frascati sta per volgere al termine. La compagine tuscolana ha un ultimo impegno contro il Crecas, fondamentale per consolidare il 3°posto. A parlare di questo match finale è proprio il mister, Federico Pace, che intanto inizia anche a tirare le somme sulla stagione: “Per me sono state tutte partite importanti. A livello emotivo forse è quella più importante perché finiamo un ciclo in cui la mia squadra tutto l’anno si è applicata molto. Ha cercato di sviluppare in ogni gara la mia idea che ho portato ad agosto. Credo che il nostro percorso non si possa giudicare dall’ultima partita di campionato, ma è stato straordinario. Sabato ci teniamo a finire bene in casa, perché i ragazzi meritano la classifica che hanno e il lavoro fatto è stato eccezionale”. Il Frascati arrivando terzo ha dovuto rinunciare ad avere una chance per fare un salto di categoria,  un obiettivo che il tecnico sperava di ottenere. A prescindere da questo c’è una gara da preparare e infatti il gruppo tuscolano è già al lavoro per chiudere la stagione al meglio: “Ieri (lunedì, ndr) sono entrato negli spogliatoi dando grande fiducia e stimolo ai miei ragazzi. È una partita che deve dare seguito a quello che abbiamo costruito durante l’anno, quindi mi aspetto una prestazione importante e i ragazzi ne sono consapevoli. Siamo partiti il 28 agosto con una squadra totalmente nuova: i miei dodici 2000 facevano gli Allievi Provinciali, gli altri dieci ’99 facevano quasi tutti la Juniores Primavera, quindi abbiamo costruito un percorso notevole, che il mio gruppo ha fatto in crescendo. È riuscito a confrontarsi con compagini importantissime e non abbiamo mai sfigurato. Sono molto contento dei miei giocatori”. Pace a tal proposito ci tiene a esprimere la propria riconoscenza verso tutte le persone che hanno dato un contributo: “Ne approfitto per ringraziare tutti i miei ragazzi per l’applicazione e la voglia di imparare. Il 14 maggio a una settimana dalla fine di tutto ho avuto 20 giocatori in campo a dimostrazione che il lavoro è stato fatto in maniera maniacale e precisa per la crescita dei ragazzi. Poi la classifica parla da sola, la squadra ha fatto un risultato importantissimo arrivando dietro a due corazzate: come Città di Ciampino, formazione attrezzata che è partita per vincere il campionato, e il Villalba che ha in rosa diciotto ’99 e che gioca bene. La nostra è stata una squadra che ha sempre dato del filo da torcere a tutti e che in ogni campo ha fatto la sua partita”. E aggiunge: “Ringrazio il mio staff, perché ci sono state persone che hanno cercato di darmi quel qualcosa in più, dal preparatore atletico all’allenatore in seconda. Ai dirigenti va un grande plauso, perché per gente di 50 anni venire al campo alle 8 di sera non è da tutti. E poi ringrazio la società, il direttore Gianni Santorelli, che mi ha lanciato in questa avventura, e il presidente che dal suo arrivo non ha fatto altro che venire a vedere delle partite, avendo un bellissimo rapporto”. L’allenatore del Frascati conclude spiegando cosa si aspetta dal futuro e da cosa ripartirà per affrontare la prossima stagione: “Vediamo gli sviluppi a livello societario. Dovrò parlare con il presidente e il direttore per sapere quello che decideranno. Se rimarrò al timone di questa squadra, lo farò con gli stessi principi per creare un gruppo importante, formare dei giocatori e cercare di migliorare la loro crescita. Ripartirò dalle mie basi solide, che mi hanno fatto dimostrare il valore del lavoro. Perché quello che conta è il lavoro durante la settimana su certe idee, principi e regole. Secondo me sono queste cose che alla fine per noi hanno fatto la differenza. L’anno prossimo vedremo il da farsi. Sono fiducioso e spero ci sia qualcosa di positivo”.