Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Fiano Romano, la mini crisi ha un nome e un cognome: Angelo Pangrazi

I rossoblu nelle ultime quattro gare senza il bomber hanno raccolto solo cinque punti. E la marcia play off rallenta



Cinque punti nelle ultime partite di campionato sono un bottino misero per una squadra che punta espressamente a giocarsi i play off. Per il Fiano Romano l'ultimo mese non è stato proprio da incorniciare: un po' la sfortuna, un po' l'infermeria affollata, la formazione rossoblu ha perso terreno nei confronti di Villalba, Pro Roma e Vicovaro. Nulla è perduto, perché la classifica tutto sommato è corta e il campionato lungo.

Angelo Pangrazi e Piercarlo Antoniutti
Un dato che, però, salta all'occhio è il seguente: il peggior momento della stagione del Fiano è coinciso con l'assenza di Angelo Pangrazi, capocannoniere della squadra con 22 reti, fermo ai box per tre settimane e rientrato a gara in corso domenica, nel match pareggiato in casa con il Sant'Angelo Romano. Un'assenza non da poco, considerando che il bomber classe '87 ha realizzato, da solo, il 55% dei gol della formazione di Antoniutti. Tuttavia, il Fiano Romano è comunque riuscito ad andare a bersaglio anche senza il suo ariete. Ad incidere sull'andamento altalenante delle ultime uscite, forse, è stata proprio la mancanza di un punto di riferimento negli ultimi 20 metri come Pangrazi, a dimostrazione di quanto sia fondamentale la sua presenza nell'economia complessiva del gioco del Fiano. La buona notizia per mister Antoniutti è che l'attaccante ha da poco fatto il suo ritorno in campo, subentrando dalla panchina, una riapparizione non proprio fortunata dato che i rossoblu non sono riusciti ad andare oltre l'1-1 come detto poc'anzi e, in più, Angelo ha sbagliato un calcio di rigore sullo 0-1. La seconda buona notizia, per noi spettatori del campionato di Promozione, è che il torneo ha recuperato uno dei giocatori più forti: le prossime avversarie del Fiano Romano sono avvisate.