Notizie
Categorie: Dilettanti

College Life Italia, Ruggieri: "La mia vita è cambiata"

L'esperienza di un ragazzo del Lazio partito due anni fa alla volta degli States, per studiare e giocare a calcio



Matteo Ruggieri

Matteo Ruggieri è una vecchia conoscenza del nostro calcio regionale. Quando era in Italia, durante gli ultimi anni della scuola e i primi di università ha giocato con la maglia di Borussia Montecelio, Civitavecchia e Virtus Divino Amore. Ha iniziato in Italia il suo percorso di studi post liceali in Economia, dunque è partito alla volta degli Stati Uniti ad agosto 2017, direzione Tulsa, dove ha iniziato la sua prima esperienza estera presso il Bacone College. L’anno successivo poi si è spostato, trasferendosi a Marshall, in Missouri, continuando i suoi studi al Missouri Valley College, dove tutt’ora studia “Business and Management”.


Matteo, dal Lazio al Missouri. Che effetto fa detto così a distanza di quasi due anni dalla tua partenza? Ricordi ancora le prime sensazioni all’arrivo?


“Eh, le emozioni sono forti, riconosco che mi è stata offerta e ho colto una splendida opportunità. Ricordo ancora quando sono atterrato all’aeroporto di Tulsa, due anni fa, in una regione praticamente priva di grandi città. Mi sono domandato subito ‘Oddio, cosa ci faccio qui?’. Mi sono sentito spaesato, soprattutto al primo giorno di college. Del resto era il primo viaggio intercontinentale della mia vita, e ben sapevo che nessuno avrebbe potuto darmi una mano in caso di bisogno. Non conoscevo neanche tanto bene l’inglese devo ammettere… (ride, ndr)”


Sembrerebbe un inizio non semplice.


“Diciamo che ho dovuto da subito tirarmi su le maniche. La cosa bella però è che mi sono sentito, fin dal primo giorno, Al collegeaccolto benissimo. Nella quotidianità del college, ma in squadra soprattutto, per esempio,  ho avuto modo di incontrare e rapportarmi con tanti ragazzi provenienti da diversi paesi che ben conoscevano la mia situazione perché ci erano già passati loro. Anche il coach mi è stato molto vicino, facilitandomi l’integrazione. Non bisogna per questo avere paura: quando arrivi, tutti sanno perfettamente che tipo di disagi uno può sentire a primo impatto.”


Primo viaggio fuori, ma tu hai sempre desiderato tentare un’esperienza all’estero come questa o è stata una scelta istintiva, per così dire?


“Non è stata una decisione a lungo meditata devo ammettere. Semplicemente ho sempre desiderato abbinare nella mia vita studio e calcio a buoni livelli e avevo notato che, soprattutto nell’ultimo periodo della mia vita, in Italia stava diventando difficile per me coordinare questi due aspetti. Così ho colto la palla al balzo e sono partito.”


Come descriveresti il calcio che si gioca negli States?


Con i compagni

“Questo è un calcio molto fisico, la maggior parte delle squadre puntano molto l’attenzione sugli esercizi di cardio, finalizzati ad incrementare la resistenza. È uno sport che si sta sviluppando tanto qui ultimamente, mi rendo conto che giorno dopo giorno vengono trasmesse sempre più partite in televisione, anche al di sotto della MLS e anche il calcio collegiale sta attirando su di sé maggiore attenzione. È intrigante per me, nel mio piccolo, farne parte.”


In America stai avendo la possibilità di studiare, di giocare a calcio, di sperimentare una lingua diversa dalla tua con

persone non solo del posto, ma anche provenienti da paesi e contesti molto diversi fra loro. Un mix di esperienze che certamente avrà stimolato dei cambianti in te. 


“Assolutamente. Mi sento cresciuto molto rispetto a quando sono partito, sotto l’aspetto mentale, della consapevolezza di chi sono e cosa voglio. Ho dovuto fare l’abitudine con lo stare da solo con me stesso, imparare ad aiutarmi da solo. Io personalmente consiglierei vivamente la scelta che ho fatto a tutti i ragazzi come me: se mi guardo alle spalle ho solo ricordi positivi dal mio arrivo qui. E ora  la mia vita è cambiata."


Come descriveresti il tuo rapporto con College Life Italia? Quanto è stato determinante il suo apporto per Image titlepermetterti di vivere questa splendida avventura in America? 


“College Life Italia è stata importantissima per me. Mi ha aiutato sin dall’inizio, con meeting individuali e non solo. Già da prima della partenza quindi mi sono sentito subito seguito, accompagnato in ogni singolo passaggio della procedura che mi ha portato ad essere qui. Non solo: anche dopo, anche adesso persino, due anni dopo il mio arrivo, continuo a essere in contatto con loro. In caso di qualsiasi problema a livello burocratico sono sempre disponibili per darti il giusto suggerimento. Per me sono stati indispensabili e li ringrazio.”