Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Civitavecchia, parla Manuel Vittorini: "Tre punti fondamentali"

Il bomber nerazzurro torna sulla vittoria in casa del Montalto e si prepara alla sfida contro l'Astrea



Manuel Vittorini (©De Luca)

Ancora una volta il super bomber del Civitavecchia Manuel Vittorini si è caricato la squadra sulle spalle; i nero azzurri, grazie soprattutto alla doppietta realizzata dal top-player di Canale Monterano, hanno violato il Martelli di Montalto.

Per la compagine diretta da Marco Scorsini, quella ottenuta sul terreno amico ai gialloblù di patron Moretti, è un’affermazione fondamentale in ottica salvezza.

Complice la caduta libera proprio dei viterbesi (10 ko di fila) la Vecchia è ora vicina all’obiettivo principale ricalcolato con l’avvento del tecnico ex Crecas: la disputa del play-out.

“Abbiamo raccolto - evidenzia Manuel Vittorini - tre punti davvero essenziali per il nostro obiettivo, avevamo analizzato la gara alla vigilia in un determinato modo e così poi in effetti è andata: il Montalto ha lottato con dignità e orgoglio, la nostra è stata una vittoria meritata ma sofferta”.

A Montalto Vittorini ha disputato un anno fantastico coronato con la vittoria della Coppa Italia che ha permesso ai gialloblù di vivere l’Eccellenza durante questa stagione.

“Conservo dei ricordi speciali di Montalto - afferma il numero 10 del Civitavecchia - la mia esperienza li è stata fantastica sotto ogni aspetto. Dispiace aver segnato due reti proprio a loro ma questo è il calcio; paradossalmente la gara è cambiata in nostro favore dopo il mio rigore sbagliato: anche l’ingresso in campo di Mannozzi ha favorito un possesso palla più accurato in fase di costruzione: tutto ciò è stato comunque difficile su un terreno di gioco non omogeneo come fondo”.

Il Civitavecchia ora si appresta a vivere una settimana al solito delicata: Domenica a La Cavaccia arriverà l’Astrea.

“Sappiamo - conclude il centravanti nero azzurro - che sarà una partita davvero difficile ma non partiamo affatto vinti. Daremo il meglio di noi contro i ministeriali, se giochiamo la così detta gara perfetta possiamo ottenere un risultato prestigioso che darebbe a quel punto un grande slancio alla nostra classifica: dobbiamo crederci”.