Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Casalvieri, lo sfogo di Schiavi: "Negati due calci di rigore"

Il numero 1 dei gialloblù si lamenta dell'arbitraggio di ieri contro il MSGC ed in generale di alcune sviste che hanno colpito la sua squadra



Il presidente del Casalvieri Schiavi (a sinistra)

Il presidente del Casalvieri Antonio Schiavi sembra aver letteralmente perso la pazienza. Dopo diversi richiami, con tanto di riprese video che mostravano gli errori arbitrali che, a suo avviso, stavano penalizzando il percorso salvezza del club gialloblu, il numero uno ha deciso di intervenire nella speranza di interrompere questo 'fenomeno'. La goccia che fa traboccare il vaso corrisponde alla sfida di ieri contro il Monte San Giovanni Campano perso 0-3, ma su cui, secondo il numero 1, sembrano aver interferito alcune scelte del direttore di gara, a suo dire discutibili. "Abbiamo il massimo rispetto per la classe arbitrale" - ha esordito Antonio Schiavi -. "Siamo una piccola realtà, però, ieri ci sono stati negati due calci di rigore netti di cui uno per fallo di mano con il direttore di gara vicinissimo all'azione. Un mio attaccante, lanciato in porta subisce un fallo da dietro e l'avversario viene solo ammonito perché non ritenuta chiara occasione da gol. Noi che dobbiamo pensare, se ad ogni piccolo fallo ci cacciano i giocatori? Sinceramente non ci sto più; se devo retrocedere, voglio farlo per colpe mie e perchè forse non sono stato capace di allestire una squadra all'altezza della Promozione. Sebbene, anche a detta del Monte San Giovanni Campano, ieri abbiamo fatto una bellissima partita. C'è mancata la fortuna, ma tu dammi il rigore dopo 2', dammi l'espulsione, e poi giochiamoci l'incontro". Questo non è un caso isolato, anzi. "Con l'Anitrella, 6' di recupero e abbiamo preso gol al 96'; con la Mistral abbiamo perso in casa per un'indecisione arbitrale; con il Formia il guardalinee alza la bandierina, il direttore di gara fa proseguire il gioco e ci segnano; con il Pontinia ci è stata annulata la rete dell'1-1 al 94'. Non mi sta bene per niente, e i punti stanno cominciando a mancare anche per questo motivo. Mi dispiace perchè i ragazzi ci stanno mettendo il massimo impegno in settimana, poi arrivi alla domenica e dopo 5' non hanno il coraggio di fischiare un calcio di rigore, e dopo 10' di espellere un giocatore per chiara occasione da gol. Non abbiamo problemi con la Federazione. Abbiamo pagato l'iscrizione e abbiamo un campo idoneo. Fino ad ora abbiamo preso solo 100 euro di multa per colpa di un tifoso che non era neanche il nostro. Per il resto siamo una società che ha rispetto per tutti.  Colgo l'occasione per augurare al nome della società Casalvieri un grosso in bocca al lupo al dirigente del Ferentino Marcello Zera, in seguito all'accaduto di ieri ad Alatri.