Notizie
Categorie: Altri sport

Borghesiana, Scatigna: "Ora il nostro obiettivo è il 5° posto"

Il martello classe 1982 fa il punto sulla stagione, tornando sull'ultima sconfitta e concentrandosi sul prossimo impegno



Polisportiva Borghesiana

Un’annata non troppo positiva per la Seconda divisione maschile della Polisportiva Borghesiana volley che naviga in una zona di metà classifica. "Probabilmente le aspettative nostre e della società erano maggiori a inizio stagione – dice Giampiero Scatigna, martello classe 1982 -, ma è pur vero che questo gruppo è nato dall’unione di alcuni “veterani” e diversi ragazzi più giovani: siamo al primo anno insieme ed era preventivabile qualche difficoltà. Speriamo di poter concludere al meglio la stagione, gettando così le basi per la prossima". L’esperto atleta, che nelle ultime partite ha preso i gradi di capitano e che comunque assieme a Gabriele Ruffini è un po’ il leader del gruppo allenato da coach Stefano Criscuolo, fa un passo indietro per parlare dell’ultimo “rimpianto” legato al match pre-pasquale contro la capolista Roma 12. "Abbiamo perso 3-2, dovendo quasi sempre rincorrere – sottolinea Scatigna – Ma nel tie-break eravamo avanti 8-0 e invece alla fine abbiamo ceduto per 16-14. Una conclusione che ci ha lasciato tanto amaro in bocca e che è stata abbastanza emblematica di una stagione con tanti alti e bassi. Vincere contro una squadra che in stagione ha perso solo un paio di partite sarebbe stata una bella iniezione di fiducia e ci avrebbe dato slancio per il finale di stagione, ma ora dobbiamo ripartire già dalla gara di sabato sul campo della Roma 7". Un avversario ostico, da prendere con le molle. "All’andata vincemmo per 3-2 e dunque riuscirono a strapparci un punto – ricorda Scatigna – Si tratta di una squadra molto giovane, ma valida e dunque sarà un incontro duro". La Polisportiva Borghesiana volley, di fatto, chiude il gruppo delle squadre che si trovano nella prima metà della classifica. "Non è ancora chiara la formula con cui procederà questo campionato – dice Scatigna – Comunque andremo avanti per oltre un mese e non abbiamo nessuna intenzione di abbassare la tensione. Il nostro obiettivo è cercare almeno di raggiungere il quinto posto, poi vedremo quali saranno gli sviluppi regolamentari".