Notizie

Bonacina duro: "Una panchina in A non fa di te un calciatore"

Il tecnico biancoceleste si è espresso così dopo il pareggio contro il Benevento e non è mancata qualche polemica...



Bonacina, tecnico della Lazio ©De Cesaris

Al termine della gara pareggiata dalla Lazio contro il Benevento, sono arrivate le dichiarazioni dell’allenatore biancoceleste Valter Bonacina ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste: "Nonostante tutti gli errori commessi ci portiamo via un grande rammarico. Siamo stati bravi a non perdere la testa dopo il doppio svantaggio e a rimontare il risultato. Abbiamo sprecato moltissime occasioni ghiotte sotto porta. Salviamo la ripresa, non era semplice dopo il 2-0 del primo tempo che, comunque, non era stato giocato male. Siamo stati imprecisi in attacco ed abbiamo commesso errori individuali in difesa troppo evidenti per chi vuole diventare un calciatore. La panchina in prima squadra bisogna saperla fare e capire che non è una settimana di allenamenti con la squadra di Inzaghi a fare di un ragazzo un calciatore di Serie A. I miei giocatori devono capirlo e quando tornano in Primavera devono dare sempre il 100%". Il tecnico laziale ha poi parlato riguardo il sistema di gioco utilizzato nella seconda frazione che potrebbe tornare utile in futuro: "Dobbiamo vincere tutte le partite, ho giocatori offensivi, ma non è detto che schierarli tutti insieme possa portare automaticamente alla vittoria. Bisogna crescere nella condizione fisica, tutti devono capire che per giocare bisogna impegnarsi al massimo durante gli allenamenti. Ci sono stati diversi infortuni che hanno anche condizionato le mie scelte. A fare la differenza sono la condizione e l’atteggiamento, non la posizione in campo".