Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Anzio, Rizzaro: "Squalifica Giordani? Non c'era intento violento"

Il patron portodanzese dice la sua sugli 11 turni di squalifica inferti al difensore



Franco Rizzaro (foto GazReg)

Il patron dell'Anzio Calcio 1924, Franco Rizzaro, interviene sulla squalifica di Valerio Giordani: "Come società stiamo presentando ricorso contro una decisione sproporzionata. Il nostro difensore stava andando a chiedere spiegazioni all'assistente dopo la convalida della rete del Trastevere e nella corsa è inciampato, urtando l'assistente involontariamente e senza nessun intento violento. Non è possibile che per un episodio simile, il ragazzo debba stare fermo per undici partite - aggiunge Rizzaro - Mi viene da pensare che la giustizia sportiva abbia voluto usare il pugno duro dopo l'aggressione subita dall'arbitro in Promozione la domenica precedente, ma non è giusto che a pagarne le conseguenze sia un giocatore che da sempre si è distinto per lealtà e correttezza come Giordani. Purtroppo da due anni a questa parte ci troviamo a denunciare una serie impressionante di episodi sospetti, sempre a nostro sfavore. Chiediamo rispetto e maggiore attenzione da parte della classe arbitrale, non possiamo più tollerare questa situazione che ci penalizza pesantemente".