Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Aniene 3Z, la ricetta di Vinci: "Lavoro ed organizzazione"

Il presidente gialloblù traccia un bilancio e si si prepara alla seconda parte di stagione



Alessio VinciSi ferma il campionato, ma non il lavoro dell'Aniene 3Z. La formazione di Mauro Micheli sta portando avanti un inteso programma sotto il profilo atletico e tattico in vista della ripresa del 9 febbraio, quando i gialloblù saranno impegnati a Pistoia. Approfittando del momento di pausa, il presidente virtussino Alessio Vinci traccia un primo bilancio e guarda al futuro della stagione: “Siamo forse un po' al di sotto di quello che ci aspettavamo. Venivamo da un primo semestre del 2018 che ci aveva visto vincere un campionato di B molto duro ed una seconda metà di anno in A2 più complicata. La società deve fare mea culpa, perché ci sono stati, forse, troppi sconvolgimenti. Nell'ultimo periodo, con il mercato e con degli assestamenti interni, abbiamo raddrizzato la situazione e ad abbiamo ottenuto risultati positivi”. Nell'ultimo match prima della sosta l'Aniene 3Z ha impattato contro il Lido di Ostia: “Per come è arrivato, alla fine, il punto è guadagnato, ma per quella che è la nostra mentalità, il match con il Lido è stata un'occasione persa. Guardando alla classifica nulla è compromesso. Siamo una società ed una squadra che vuole arrivare a certi livelli e la ricetta che conosco è solo una: lavoro, campo, silenzio e organizzazione. Cercheremo di farci trovare pronti fino al termine della stagione. Sono contento del lavoro dello staff dirigenziale, però dobbiamo chiedere di più a noi stessi, perché possiamo e dobbiamo dare di più per la società e per i nostri tifosi”.


Giovani Il presidente Alessio Vinci, quindi, rivolge un pensiero ai giovani e al settore giovanile. “Voglio fare un augurio di pronta guarigione al nostro Dario Filipponi e allo stesso tempo fare i complimenti a lui, a Luca e Riccardo Ciciotti e a Matteo Di Paolo, che ha esordito in A2 con gol, per come si stanno calando in questa realtà. Il bilancio del settore giovanile è certamente positivo e sono felice per quanto fatto da tutti i ragazzi. Auguro a loro e ai tecnici di dare sempre il massimo, anche perché il lavoro resta mentre le parole se le porta via il vento”.