Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Aniene 3Z a un passo dal sogno, la Coppa al Petrarca

Il team di Baldelli cede nella finale della palestra Gozzano al termine di un match ricco di emozioni



PETRARCA PADOVA - VIRTUS ANIENE 3Z 3-2

PETRARCA Bastini, Soares, Basso, Terenzi, AArnaldo, Turiaco, Cleber, Maina, Foglia, Chinchio, Marchese, Gastaldello ALLENATORE Giampaolo

ANIENE 3Z De Filippis, Medici, Cittadini, Taloni, Beto, Guerra, Milani, Sanna, D. Filipponi, R. Filipponi, Colocci, Blasimme ALLENATORE Baldelli

MARCATORI Foglia 2’ (P) nel p.t., Foglia 3’ e 16’ (P) Milani 12’ (A), Sanna 17’ (A) nel s.t.

ARBITRO Sodano di Bologna, Seminara di Palermo

CRONO Dalla Costa di Schio

NOTE Ammoniti Beto, Milani, Maina, Foglia  Falli 4-3, 5-3


Foto Divisione Calcio a 5

Padova amara per il secondo anno consecutivo per la Virtus Aniene 3Z. Dopo la sconfitta nella finale del 2017, la formazione di Manuel Baldelli cede di misura nuovamente al cospetto del Petrarca padrone di casa. Una storia che, però, ha un andamento completamente diverso rispetto a quello di dodici mesi fa. L’Aniene 3Z arriva all’appuntamento con una situazione infortuni complicata. Sanna out nelle prime due gare, Medici fermo in semifinale e Guerra e Cittadini recuperati in extremis per la tre giorni di Coppa. Nonostante tutto, però, i gialloblù eliminano Bernalda, Cornaredo e sfiorano il colpo contro il Padova.In avvio di match l’Aniene fatica a trovare il ritmo, ma la gara si spacca in due dopo meno di due minuti. Sugli sviluppi di un corner, Foglia viene perso dalla difesa gialloblù ed il numero dieci del Petrarca pesca l’angolo basso. L’Aniene 3Z non risponde subito ed al 5’ Terenzi spizza la traversa. Con il passare dei minuti il team di Baldelli prende coraggio e guadagna metri, iniziando a farsi vedere in avanti. Nonostante la situazione precaria dei suoi giocatori, il tecnico virtussino amplia le sue rotazioni e getta nella mischia anche Sanna, Medici e Cittadini. Al 13’ Petrarca di nuovo pericoloso con Arnaldo, che centra la traversa mentre sulla respinta Blasimme salva su Foglia. Il tempo di riprendere il gioco e Taloni sfiora il palo con un piazzato da fuori. L’ultima azione del primo tempo è per Guerra, che si libera sulla sinistra e calcia in area, la palla taglia tutto lo specchio senza che nessuno riesca a deviarla in porta.


Secondo tempo Nella ripresa l’Aniene 3Z rompe gli indugi ed alza il suo baricentro. Al primo tentativo e però il Petrarca ad andare a segno. Al 3’ Maina si libera e serve Foglia sul secondo palo, che punta Blasimme e lo supera con un tocco morbido. Il raddoppio rischia di essere una mazzata, non per l’Aniene 3Z che, proprio nel momento di massima difficoltà, tira fuori tutto il suo carattere. Da questo momento in poi i ragazzi di Baldelli prendono il possesso della sfera e chiudono il Petrarca sulla difensiva. Il team di Giampaolo si affida ai lanci di Chinchio per Maina, ma il team di casa non riesce ad alleggerire la pressione. I gialloblù iniziano a prendere le misure e dopo alcuni tentativi, dimezzano lo svantaggio con Milani, che riceve da Sanna e mette alle spalle del portiere patavino. Subito dopo ci prova Medici, ma Chinchio si supera in tuffo. Il Petrarca non si fa più vedere sotto porta, ma è una giocata fantastica di Foglia a regalare il 3-1 ai padroni di casa. Il numero dieci passa in mezzo a due avversari e di punta insacca sotto la traversa. Baldelli inserisce subito il portiere di movimento e in meno di un minuto Sanna si libera con una finta e scarica il porta il 2-3. L’Aniene rischia il tutto per tutto, nell’ultimo minuto Maina colpisce il palo dalla distanza con la porta vuota, mentre a 5 secondi dalla sirena e Chinchiocompie il miracolo su una cannonata di Sanna destinata all’incrocio e blinda la vittoria del Petrarca.

L’Aniene 3Z esce a testa alta al termine di una Final Eight incredibile che, con un pizzico di fortuna in più, avrebbe potuto vincere. Ma non c’è tempo per recriminare, perché sabato contro la Mirafin, Baldelli e i suoi cercheranno il pass per la Serie A2.