Notizie
Categorie: Altri sport

A2- 5ª giornata, Fondi cade in casa. Teramo vince di 9 punti

Le ragazze di Manojlovic consegnano il pass per il possibile primo posto proprio alla formazione abruzzese



FONDI - TERAMO 32-41

FONDI Man. Manzo 2, Mar. Manzo, Cerante 2, Capotosto 5, Di Fazio, Di Prisco 2, Lattuca, Amicucci, Conte 5, Guglielmo, Manojlovic 10, Notarianni 6, Peppe, Giardino, Zizzo ALLENATORE Manojlovic

TERAMO Di Giugno, Falini, Palarie 20, Di Teodoro, M. Di Giacomo, Canzio 1, Mantini, Fini 3, Macrone 2, Krese 8, Capone 4, Gragnoli, Tancredi, Macinati, R. Di Giacomo, Bucceroni 3 ALLENATORE Labrecciosa


Nella 5ª giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile, le ragazze dell'HC Fidaleo Fondi cedono 32-41 alle abruzzesi del Teramo. Le fondane, in attesa dello scontro Salerno-Conversano, consegnano il pass per il possibile primo posto al Teramo (18 punti) e rimangono bloccate in terza posizione (13 punti), con il Meta 2 alle costole.

Quella del Palazzetto dello Sport di Fondi, soprattutto nella prima frazione di gioco, non è stata l'HC Fidaleo Fondi vista nelle precedenti nove giornate di campionato. La squadra fondana ha inizialmente patito l'avvio del team ospite, in modo particolare della giocatrice rumena Daniela Palarie. Le ragazze di mister Manojlovic non scendevano in campo con la giusta concentrazione e le teramane ne approfittavano per prendere in mano il pallino del gioco e allungare nel punteggio. Soltanto negli ultimi 10’ della ripresa le rossoblù si risollevavano, ma era troppo tardi per riacciuffare le avversarie. A rompere il ghiaccio erano le teramane con un minibreak di 0-2, ma l’HC Fidaleo Fondi controbatteva subito con Manojlovic per il 1-2. Al 4° le biancorosse spingevano il piede sull’acceleratore e, con un importante minibreak di 0-3, si portavano sul 2-6. Il Fondi però non ci stava a lasciar scappare via le abruzzesi e provava ad accorciare le distanze: 5-8 all’8°, grazie alle reti di Cerante e Conte. A quel punto blackout in casa rossoblù ed il Teramo poteva allungare sino al 12-22, punteggio sul quale la coppia arbitrale mandava a riposo le due compagini. Al ritorno in campo il Teramo iniziava subito forte e, con un parziale di 1-3, si portava sul 13-25 a discapito delle padrone di casa. Le padrone di casa, in una giornata nera, non reagivano e le abruzzesi si portavano sul +15 (21-36). Di Prisco e compagne provavano a salvare il salvabile e, quando mancavano poco più di 10’ al termine della gara, si rimboccavano le maniche e tentavano l'impresa di recuperare lo svantaggio: al 22° 25-38. Nel prosieguo della gara era ancora il Fondi ad accorciare le distanze, ma il divario conquistato dal Teramo nel corso della gara era troppo ampio. Sul punteggio finale di 32-41 le fondane dovevano arrendersi alla solidità e all'esperienza del Teramo.

Un pizzico di rammarico nelle parole del tecnico Nikola Manojlovic: “Voglio fare i miei complimenti al Teramo per come ha interpretato la partita. Le abruzzesi sono entrate in campo molto concentrate, forti di dover difendere il secondo posto. Le mie ragazze hanno sentito molto il peso della partita e, la loro giovane età ed inesperienza, si è fatta sentire, tanto che non sono mai riuscite a rientrare in partita tranne che negli ultimi dieci minuti del secondo tempo. Sicuramente il mio è un gruppo che deve crescere, perché le atlete sono molto giovani, devono fare tesoro di questa partita e considerarla come un’ulteriore esperienza per fare meglio nelle prossime gare. Ogni partita è a sé, dobbiamo guardare avanti senza voltarci indietro e sicuramente lavorare sugli errori commessi. Sicuramente la nostra prestazione ha lasciato a desiderare e mi dispiace per i nostri tifosi che non hanno assistito ad un bello spettacolo. Ancora complimenti al Teramo”